Madonna – Confession Tour – La mia recensione…e scusate se sono di parte!!!

Allora, come stabilito, senza nemmeno troppe difficoltà a livello logistico ho finalmente visto dopo ben 16 anni Madonna a Roma…volete sapere come è andata? Leggete questo post se non avete in programma la visione di date successive a quella italiana…

Lady Ciccone ha iniziato un po’ in ritardo rispetto al previsto (ore 21.40) L’orario scritto sul biglietto era 21.30…ma lei è diva, si può permettere questo ed altro. Certamente l’inizio è stato di impatto, visto che sua altezza la regina del pop è scesa all’interno di una palla da discoteca luminescente… veramente sensazionale.

La prima tranche si è aperta con canzoni di inizio, come Future Lovers, Get Together, e poi con mia grande sorpresa siamo passati ad una superironica Like a virgin, in cui Madonna volteggia su una sella meccanica sul palco, mentre sullo sfondo si avvicendano le immagini delle radiografie fatte lo scorso anno dopo l’incidente a cavallo. Parte saporita e di perfetta apertura.

Poi ha introdotto il tema dell’attuale crisi internazionale con la tanto contestata scena della Croce. Come sempre, e ribadisco come sempre, è stata assolutamente fraintesa. L’essere crocifissa in quel momento indicava la sua intenzione di introdurre (non è un caso che la canzone in questione fosse Live to tell) con gli occhi di chi si è sacrificato per tutti noi (Gesù Cristo) il tema della guerra tra Palestina ed Israele. Infatti successivamente partisse la canzone intitolata Forbidden Love in cui due ragazzi, uno con il simbolo dell’Israele disegnato sul petto, l’altro con il simbolo della Palestina non riuscivano a comunicare tra loro, legati dalla nascita da un amore proibito (traduzione della canzone appena citata)…ho idea che al Vaticano sua eminenza Ersilio Tonini, e anche Papa Ratzinger non conoscessero la lingua inglese, perchè come sempre hanno criticato senza comprendere a pieno il senso, e soprattutto senza aver visto lo spettacolo, cosa che la nostra cara Madonna ha consigliato in una conferenza stampa a sua santità. (dejà vu, cosa che aveva già fatto durante il Blonde Ambition Tour del 1990, nuovo papa stesse ideologie…)

E’ all’interno di questa parte dello show che lo stadio ha rimbombato udendo le mie urla quando è iniziata la canzone che più aspettavo di sentire, cioè Isaac. Considerate che è stata introdotta dal cantante Yitzhak Sinwani, che suonava uno stranissimo strumento, uno shofar yemenita, che ho scoperto essere secondo tradizione religiosa, lo strumento che annuncerà l’arrivo di Cristo in terra.

…Considerate che questa è stata una delle canzoni (insieme alla più commerciale Sorry in cui lo stadio intero ha cantato assieme a lei)…veramente esemplare.

Molte le altre canzoni che aspettavo e che sono stato felice di sentire…tra queste certamente Like it or not. Devo comunque dire che sono rimasto estremamente sorpreso dalla scelta dei brani. Andando avanti infatti ho scoperto che Madonna ha proposto tra le tante Paradise (sempre in coppia con Sinwani) in versione acoustic, accompagnata da immagini di fondo bellissime di un albero di pesco che perdeva fiori, visto lo stile Japanese della canzone.

Tra le altre sorprese certamente c’è stata la versione Demo di Erotica (You thrill me), che non mi sarei mai aspettato di sentire ad un concerto, demo molto rara da reperire. Divertentissima anche Lucky Star, durante la quale le due coriste (ho distinto solamente Donna De Lory, la seconda non era Niki Harris) hanno messo un mantello addosso a Madge con scritto dietro Dancing Queen, lei si è voltata aprendo il mantello, e sono esplosi il buio del palco e una serie di luci intermittenti all’interno del suo mantello…

Il concerto si è concluso con un esplosione di palloncini e il ritmo travolgente di Hung Up…che dire, certamente favoloso…gli ottanta euro spesi sono valsi centesimo su centesimo…

Non metto fotografie perchè troppo grandi, ma se volete andate a deliziarvi sul sito www.madonnashots.com dove trovate una sezione di immagini ad alta risoluzione molto belle.

Annunci

2 pensieri su “Madonna – Confession Tour – La mia recensione…e scusate se sono di parte!!!

  1. Al concerto c’ero anke io…ero in Monet Mario centrale, posti numerati e tutto il resto!!! devo ammettere ke da lì Madonna era veramente piccina come una formichina, ma l’emozione è rimasta enorme e per fortuna come sempre c’erano i classici teleschermi ke non tradiscono mai!!! Lady Ciccone è una grandissima diva, non dimenticatevelo, e non esito ad augurarvi di esserci anke voi al prossimo concerto con una grande data Italiana come Roma!! E dato ke lei mezza Italiana lo è…magari ci farebbe piacere se ci dedicasse un pensiero generoso tipo una data in + oppure più calore nei nostri confronti!!! Anke se l’improvvisazione dei miracoli…1 L’Italia ha visto i mondiali 2 Ha smesso di piovere prima dello SHOW, è stata molto, molto apprezzata!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...