Un ponte per Terabithia

Un ponte per Terabithia

Non vi so dire se sono abbastanza lucido per scrivere una recensione di questo film. L’ho trovato profondo e toccante, a mio avviso non da bambini…è una favola molto bella, ma vederla fino alla fine lascia tanto amaro in bocca; confesso di aver pianto (non crescerò mai, ho quasi 32 anni, non crescerò mai) in alcuni momenti del film.

Non me lo aspettavo affatto in questo modo; immaginavo di andare a vedere un film fantasy per bambini…invece no! Mi ha lasciato qualcosa, una specie di nodo alla gola, che a distanza di circa un’ora ancora non si è sciolto. Penso che se ognuno di noi riuscisse a conservare la purezza interiore di un bambino, questo sarebbe un mondo diverso. Non è sindrome di Peter Pan, io vorrei crescere, ma come si può avanzare con l’età e arrivare a quello che gli adulti fanno: guerre, distruzione, inquinamento. Preferisco mantenere la mia purezza di bambino, conservare nel mio cuore questo diamante scintillante, nascosto agli occhi dei più, visibile agli occhi di pochi; Marco lo vede splendere ogni volta che al cinema mi capita di commuovermi, come questa sera; spesso dice che sono un piagnone…ma oggi, quando mi ha guardato negli occhi, ha fatto una voce tenera, che con me fa raramente…e questo mi ha fatto capire che ha visto il mio gioiello, il mio cristallo splendente. Ma ora scusatemi, mi sono dilungato in un soliloquio che ai vostri occhi sembrerà quello di un pazzo. Qui sotto vi narrerò la trama del film. Vi consiglio di andarlo a vedere, ma se volete…

La storia è quella del classico ragazzino povero, preso in giro in classe da chiunque perchè estremamente silenzioso. La sua esistenza scolastica è fatta di isolamento e solitudine. Il suo unico hobby è quello del disegno, in cui esprime un grande talento. La sua esistenza però cambierà totalmente quando in città arriverà una nuova studentessa, che abita vicino casa sua. I due ragazzini con una infinita fantasia riusciranno a rendere vero il loro mondo incantato, fatto di creature da loro stessi inventate. Mi dispiace, ma non ce la faccio a raccontarvi oltre. Andatelo a vedere, vi darà certamente delle sensazioni…

Annunci

6 pensieri su “Un ponte per Terabithia

  1. MadMark

    Non so dire se il film mi sia piaciuto o no. Per certi versi si, per altri no. Vale la pena di essere visto perchè c’è una vena poetica e profonda ma non portateci assolutamente i bambini che, sono convinto, si annoierebbero a morte. Altro punto: non ha nulla a che vedere con Le Cronache di Narnia..

  2. desmondtutu

    L’avevo già scartato a prioriperchè mi sembrava stupido ma dopo il tuo post credo che andrò!!!
    Sul tuo “gioiello scintillante” vorrei dirti di non cambiare mai idea, di continuare a credere che conservare il nostro essere bambini porti a qualcosa di buono. Io custodisco con una gelosia quasi folle la mia infantilità buona, quella che serve a guardare il mondo con occhi diversi, quella che dà forma alla mia creativià e quella che contraddistingue il mio modo di amare. Io credo che riuscire a conservare questo essere bambini ci dia una marcia in più, qualcosa di speciale! 😉
    Grazie per la recensione! Bacio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...