Sonno profondo

Non sto per parlare del romanzo di Banana Yoshimoto, ma il titolo di questo post deriva proprio dal suo titolo. La protagonista del libro si rigenerava, soprattutto in casi di grosse sofferenze, proprio attraverso il sonno. E a me è successo, questa sera, poco tempo fa. Dopo l’ennesima gozzovigliata pasquale serale (a base di uno splendido tortino di ricotta e spinaci, spiedini, e riso basmati [beh forse l’accoppiamento non sembra molto ben legato, ma mi ha saziato, e bene]) abbiamo deciso di metterci a vedere funeral party. Il tempo di oggi, purtroppo, non ci ha permesso il movimento che avremmo voluto fare, e ho passato la maggior parte della giornata a leggere in poltrona (Dio benedica Ikea per aver creato Poang) Harry Potter (in realtà già letto in inglese); sarà che forse sono particolarmente rilassato, felice di star qui, sereno al 100% che mi è accaduto…all’inizio del film mi sono addormentato. Al risveglio (praticamente la fine del film) mi sento rigenerato, nuovo, quasi avessi avuto necessità di cacciar via le tensioni (spesso auto inflitte da me stesso) accumulate.
Annunci

3 pensieri su “Sonno profondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...