Queste oscure materie – Philip Pullman

Ecco il titolo originale della Trilogia che si apre con “La Bussola D’oro”. Il primo, appunto da il titolo anche all’omonimo film, il secondo “La lama sottile”, il terzo “Il cannocchiale d’ambra”. Che dire se non una trilogia scritta in modo assolutamente preciso.

Ognuno di essi è incentrato su uno specifico personaggio e sulle loro avvventure, il primo appunto si snocciola attorno alla potente Lyra Belacqua e al suo Daimon (animale anima) Pantalaimon dalla cangiante forma a causa dell’età acerba di Lyra.  Lei è la portatrice dell’aletiometro un magico strumento che le permette di conoscere la risposta vera ad ogni domanda posta. Le vicende ve le lascio, in fondo non sono nemmeno ne più di quelle che abbiamo visto nel film, anche se ho scoperto alcuni elementi del film non collimano perfettamente, ma vi invito a leggerlo.

“La lama sottile” invece introduce il portatore della Lama, Will un ragazzino che appartiene al nostro mondo e che non ha Daimon. Un destino complicato il suo, segnato da molti tragici eventi, che gli permettono in qualche modo di crescere e di scoprirsi coraggioso, uomo, adulto…

“Il cannocchiale d’ambra” introduce invece il terzo portatore una dottoressa specializzata nella materia oscura, Mary Malone, che avrà un ruolo di supporto a ciò che i due passano per raggiungere il fine ultimo del libro.

L’intera saga è meravigliosamente interessante mischia sacro e profano, scienza e fede, ragione e cuore. Viene considerato un libro per bambini, ma io lo trovo esattamente all’opposto. Asprissima la critica alla chiesa, artefice di ignoranza e di bruttura, unico vero impedimento di uno sviluppo sereno e pacifico degli uomini. Organi come l’intendenza per l’oblazione e concetti come la polvere si intrecciano e combattono continuamente in un crescendo continuo. E’ stata una lettura lunga perchè sono circa 1100 pagine per tre libri e mi sono reso conto solo dopo che avrei dovuto leggerlo uno alla volta comprando i volumi separati.

Ma il giudizio è decisamente positivo, non solo per la storia, ma per l’apparato accuratissimo che c’è al di sotto; ho trovato splendide le citazioni a grandi letterati inglesi come Marvell, o Milton. Moltissime infatti le citazioni al “Paradise Lost”.

Annunci

Un pensiero su “Queste oscure materie – Philip Pullman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...